This is my car!

This is my car!

This is my car! – Vintage Root Festival, Inzago, Milano, Italy

Advertisements

61 thoughts on “This is my car!

  1. Questa macchina fu acquistato da mio marito nel colore verder argentato all’inizio degli anni 70. Era on “cigar car’ dalla forma affusolata e motore forte. Per motivi che non ho mai capito, si immaginava che se io avessi guidato quell’auto, non avrei potuto lasciarlo, come gli avevo preavvisato. Ho guidato il cigar car e l’ho lasciato a lui nel 1973 senza mai pentirmene.

    Like

    1. …certo che in America a quei tempi era un’altra cosa altro che in Italia, anni bui in Italia.
      Cigar car è vero un poco assomiglia a un sigaro per la forma molto affusolata.
      Grazie per la storia, una vera tranche de vie! ho letto il tuo About, hai girato il mondo, hai tre figli caspita una bella vita intensa e mi sembra anche fortunata a parte il divorzio!
      ciao, buona giornata Vanni 🙂

      Like

        1. Ho chiuso gli occhi, ed ho visto il giallo del sole, il verde della foresta, l’azzurro del cielo, il rosso degli uccelli o dei frutti, quando ero piccolo avevo una penna con dodici colori, si chiamava Carioca! vedi ci siamo noi siamo pizza e mandolini, voi carnevale e colori! siete un popolo appariscente in sRGB!! 🙂 🙂

          Like

  2. Vanni, che bello e poetico tutto ciò che hai scritto sul Brasile !
    Voglio ringrazarti tanto! Un abbraccio di 24 colori 🙂

    Apri gli occhi :
    i colori della tua infanzia
    si riversano da emisferi
    crescono come stormo di uccelli
    sulla mappa del mondo.
    Nelle tue foto, ora vedo le 12 matite colorate +
    le sfumature che si nascondono sulle palpebre ~~ Jussara 🙂 🙂

    Like

    1. …sembra banale ma scrivere e leggere poesie fa stare meglio, questo blog mi fa addolcire e riscoprire la poetica delle parole, non solo quella già scritte quella ancora da scrivere che escono quasi spontanea dagli altri e anche un poco da me.
      La poesia ci può salvare, ci aiuta a resistere a restare più umani e ci da piccoli atti di felicità, sto anche reimparando a scrivere in maniera meno formale e più con la testa libera, un pò come la bella poesia che hai scritto provo ad ascoltarmi con più attenzione!
      spero con queste parole di non aver fatto un volo troppo pindarico e melenso un poco mi detesterei!
      ciao buona settimana Vanni 🙂

      Like

      1. Hai fatto il volo esatto!
        Hai fatto una cosa magica, eppure così umana!
        Sotto le parole formali, con le quali noi ci “componiamo”,
        vive e respira ancora la parola poetica.
        La parola che non ha paura di essere.
        Hai ragione : non solo le poesie scritte e lette mille volte ,
        ma anche il nuovo , l’inaspettato.
        E che dolcezza , la poesia così rivelata , pone nella nostra anima!
        Grazie di cuore, Vanni! Ciao buona settimana~~Jussara

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s